Alex Gallotta, il miglior esponente dell’autocross italiano in Europa dell’ultimo decennio, decide di tuffarsi nella nuova esperienza del Rallycross e lo farà con il team GMN


RXIT: Sappiamo che su fondo sterrato ti trovi sicuramente a tuo agio… come sarà invece sui tratti in asfalto?
AG: Onestamente non ne ho idea, purtroppo tutte le curve sono in asfalto. A parte gli scherzi, quando ho deciso di partecipare ero convinto di poter prender parte a una giornata i test al Pragiarolo ma purtroppo mi è stato detto che non sarà possibile, quindi sarà un vero e proprio salto nel buio. Grazie per il miglior esponente… ma il bello verrà quest’anno…

RXIT: Cosa ti ha spronato a provare l’esperienza del Rallycross?
AG: Il fatto che dopo 25 anni di gare a Pasquetta sia da spettatore che da pilota nella mia testa è ormai stampato Pasqua=Maggiora.
In più, fin dalla nascita la categoria Kartcross mi ha sempre affascinato e alla prima occasione ho deciso di sperimentare questa (per me) nuova formula di gara.

RXIT: Sarai al via con un Kartcross del team Gmn, passerai quindi dalle 4 alle 2 ruote motrici dei piccoli ma molto performanti 600 cc di derivazione motociclistica. Il livello in questa categoria è molto alto e un pilota del tuo livello sicuramente non si presenta al via con il solo scopo di partecipare… sarai una wild card o punterai al campionato?
AG: Ho conosciuto i gemelli Grieco perché mi stanno facendo delle lavorazioni per il superbuggy e mi hanno proposto di correre con un Kart Gmn di loro produzione. Sono veramente dei bravi ragazzi e soprattutto molto preparati, spero di poter ricambiare la loro fiducia con delle belle prestazioni anche se sono conscio del fatto che non sarà così semplice adattarsi a questa categoria dopo anni passati sul 4×4. Per il momento sarò una wild card per la gara di Pasqua perché a Maggio comincerò l’europeo di Autocross a Seelow con la convinzione di avere il mezzo più performante di sempre, poi magari assaggerò qualche altra gara del campionato rallycross appena finito l’europeo, nel 2019 chissà… per ora in pianta stabile resto nell’autocross perché non ho ancora raggiunto i risultati che mi ero prefissato.

RXIT: Nella speranza che tu possa toglierti le soddisfazioni che meriti nel Campionato Europeo Autocross, dove il livello è altissimo ma hai dimostrato che quando la macchina ti supporta sei tranquillamente nella top10, ti facciamo un enorme un bocca il bocca al lupo anche per l’esordio nel round 1 del Campionato Italiano Rallycross.
AG : Anche il round 6 è confermato poi per il resto vediamo…😉
Grazie a voi e viva il lupo!